DOYOULIKE.ORG – Magazine di Musica: News, Interviste, Report, Concerti e Festival

REPORT – Myles Sanko al Teatro Forma, “love is in the house”

29 aprile 2018 EVENTI & CONCERTI

a cura di Gigi Salvemini

Un’attesa lunga 13 mesi. Era Marzo 2017 quando intervistammo l’artista che per la critica internazionale sarebbe stato la nuova promessa della scena musicale jazz e soul internazionale: Myles Sanko. “The love child of soul music”. Così Time Out Magazine definiva nel 2014, Myles Sanko, inglese, ormai un nome affermato nell’universo soul-jazz. Era il periodo di uscita dell’album Forever Dreaming. A lanciarlo un’altra stella, la voce immensa di Gregory Porter. Con il suo ultimo lavoro, Just Being Me, Sanko ha affermato, ancora una volta, le sue velleità: una voce calda e intrisa di soulness, testi profondi immersi in melodie pop e costruzioni ritmiche soul-funky-jazz.

In Puglia per l’ultimo appuntamento di Around jazz, rassegna musicale promossa dal Teatro Forma di Bari, Myles Sanko non ha tradito le aspettative dei numerosi fan e cultori giunti per seguire il suo affascinante live. “Is the love in the house?” è la domanda che spesso l’artista chiede al pubblico, come fosse un inno alla divulgazione del messaggio che Sanko promuove nei suoi testi e nei suoi brani. “Sweet love” perchè l’amore è il tema ricorrente e portante.

Sale sul palco in perfetto orario, con il suo stile e la sua inconfondibile eleganza, regalando circa 2 ore di grande musica. “My inspiration” è il primo brano in scaletta, seguito dalla fantastica “Just Being Me” hit estratta dall’omonimo album. Spesso cerca di interagire con il pubblico, inizialmente un pò timido (forse perchè nessuno immaginava un coinvolgimento quasi confidenziale da parte del cantante). Sono “High on You” e “Forever Dreaming” a sciogliere questa iniziale timidezza. In pochi minuti lo scenario cambia, la gente abbandona le poltrone per ballare, cantare e lasciarsi trasportare da un coinvolgimento sempre più intenso ed emozionante. Un ritmo che Sanko riesce a controllare anche attraverso la scaletta dei brani, come la bellissima “Sunshine”, ultimo singolo pubblicato lo scorso 12 Aprile, che sembra riportare quella quiete che concilia la musica al cuore.

Come dichiarò nell’intervista concessa al nostro webzine un pò di tempo fa, “music is a powerful tool for connecting people and building relationships out of that. It is like a common language for all.”, la musica resta infatti uno strumento potente per unire la gente e costruire relazioni. Il suo messaggio è chiaro e Sanko non esita a ripeterlo con il suo generoso e maccheronico italiano, chiudendo il concerto con una frase che evidenzia la sua grande tenacia e speranza: “non abbandonare i sogni, perchè senza i nostri sogni siamo finiti”.

Per noi è stato un momento indimenticabile, un’attesa ripagata dal carisma e dall’immensa sensibilità di un grande artista ma soprattutto di un uomo speciale. Ascoltarlo e conoscerlo è un privilegio che qualsiasi appassionato e amante della musica dovrebbe avere.

 

Un post condiviso da DOYOULIKE.ORG (@dylmagazine) in data:

Un post condiviso da DOYOULIKE.ORG (@dylmagazine) in data:

Ti piace questo Articolo? Condividilo!

Articolo scritto da