DOYOULIKE.ORG

Fuori il 10 luglio su tutti i Digital Store Cenere, ultimo singolo del cantautore Luca Eri

10 Luglio 2020 BLOG

a cura di Giorgia Groccia

Fuori il 10 luglio su tutti i Digital Store Cenere, ultimo singolo del cantautore Luca Eri, prodotto da Giovanni Carnazza, edito Le Siepi Dischi, distribuito da Pirames International. 

Quando Omero raccontò di Elena di Troia, strappata al marito da Paride, ciascuno diede una propria interpretazione circa la vicenda accaduta, considerando diversi colpevoli a riguardo. 

Luca Eri ha sempre pensato che la colpa non fosse di qualcuno, ma di qualcosa, ovvero della Mela d’Oro che Paride aveva consegnato ad Afrodite, dando così inizio a diverse tragedie che poi sarebbero avvenute man mano nel corso del racconto; a volte sono i nostri oggetti a scegliere per noi, come quando ci si accende una sigaretta senza averne realmente desiderio: ha deciso lei per noi, appunto.

Cenere, dal sound filo indie rock e lo stile cantautorale particolareggiato e pungente che contraddistingue l’artista, parla proprio di questo, un tradimento che non vede vinti e vincenti, un tradimento distruttivo, senza mezzi termini. 

Luca Valeri, alias Luca Eri, comincia a suonare a nove anni, grazie ad un’antica leggenda che narrava di suo nonno, salvato da morte certa proprio grazie all’uso del pianoforte; impugna la chitarra per la prima volta a quattordici anni e scrive canzoni a partire dall’età di sedici. Il giovane cantautore sin dalla tenera età è vittima di una condanna: è stonato, al di là di ogni ragionevolezza. Così, insieme a Riccardo Nardoni – voce dei suoi testi e delle sue melodie – fonda La Solidea: band che inizialmente sembra trovare i favori della critica e del pubblico, per poi perdersi nel nulla. 

All’età di trent’anni inizia ad insegnare storia e filosofia nei licei e finisce per dimenticare così tanto la musica, da non sapere più dove fossero finiti i suoi strumenti musicali, probabilmente rimasti sempre dentro casa, ma invisibili alla vista di Luca.

Poi un giorno, un anno fa, incontra per caso, passeggiando soprappensiero per le strade, David Gilmour e Manuel Agnelli: i due lo guardano con insistenza, sembra gli vogliano chiedere un favore, lui si avvicina, incerto, e loro lo esortano, con dolcezza e fermezza insieme, non solo a 

riprendere a scrivere e suonare, ma addirittura a cantare: – Non te lo chiediamo per il bene dell’umanità, – specifica Gilmour – ma almeno per il tuo, ecco.

Oggi Luca Eri, dopo neanche un anno, miracolosamente non è più stonato, ed è giunto al suo secondo singolo, Cenere: il confine tra sogno e realtà, alla fin fine, è sempre così indecifrabile.

Ti piace questo Articolo? Condividilo!

Comments are closed.

This function has been disabled for DOYOULIKE.ORG .