DOYOULIKE.ORG – Magazine di Musica: News, Interviste, Report, Concerti e Festival

MINAPER: scoprire la propria musica, svelare se stessi

26 Novembre 2019 BLOG

a cura di Giorgia Groccia

“Minaper” è l’omonimo ep della cantautrice Martina Forlani, fuori il 15 novembre per Oltre Le Mura Records.
L’Ep, composto da quattro brani, è particolarmente intriso da sognante leggerezza utilizzata per raccontare emozioni e verità personali.
Il suo è un grido di liberazione da ansie quotidiane, fragilità umane e ricerca spasmodica di coraggio e poesia.

“Il filo conduttore dei brani è una sorta di autoanalisi di come mi relaziono alle persone alla musica o alla vita in generale” ammette la cantautrice.
Tangenziale è un brano che parla di come l’alienazione, a lungo andare, possa rendere inconsapevoli, immobili, distratti, stanchi e apatici. La presa di coscienza di Minaper sta nel comprendere quanto poco gli esseri umani riescano davvero ad interconnettersi.

In Menomale si parla del rapporto con la musica, delle perplessità prepotenti circa il non sentirsi mai abbastanza, parla della necessità di abbandonare il confronto con gli altri per non rimandare o soffocare la possibilità di espressione (nella musica e nelle relazioni) “ogni capello bianco è un appunto sulle possibilità che ho evitato”..reprimersi fa invecchiare.

Proporzioni è certamente il brano più intimo, parla del sentirsi inadeguati, dell’ansia da prestazione che spesso intacca i rapporti creando una versione falsata di sé. Il testo trova respiro in chiusura con la frase ”la mia gioia è proporzionale alla mia presenza in ogni caso”.

kamakura è un brano leggero, ironico, un po’ diverso dalle sonorità attuali. Parla di come sia più facile fare un viaggio in Giappone (nonostante un ingombrante bagaglio di ipocondria) piuttosto che una passeggiata al centro di Roma.

Minaper nasce a Roma negli anni 80.
A 13 anni riceve in regalo la sua prima chitarra e inizia subito a suonarla. Parallelamente scrive testi e quando capisce che le due cose in realtà possono essere una sola inizia a scrivere le sue canzoni. Scrivere è per prima cosa una sua necessità e per molto tempo continua a farlo ma tiene le sue canzoni per sé.
Con il suo primo Ep (in uscita il 15 novembre) anticipato già da due singoli (“menomale” e “tangenziale”) sonda cosa significa suonare fuori da casa propria e si mette finalmente in gioco. Oggetto delle sue canzoni sono le dinamiche umane che racconta servendosi spesso di una velata ironia. Si auto Definisce una “cantautrice semplice” cercando di evitare i clichè del genere.

Ti piace questo Articolo? Condividilo!

Comments are closed.