DOYOULIKE.ORG

BOOMERANG DICEMBRE 2016

a cura di Valerio Rinaldi

Boomerang è la rubrica di Doyoulike.org che ti offre, ogni quindici giorni, cinque brani, scelti e presentati dal nostro Valerio.  La playlist è anche disponibile sull’account Spotify ufficiale di Doyoulike.org

L’introduzione ad ogni singolo brano di questa terza playlist di Boomerang parte 1 è oggi sostituita da una premessa: delle 5 tracce della rubrica  4 sono prese dalla sound track del film “Broken flowers”. L’altra traccia è stata liberamente  aggiunta rispondendo alla domanda: “se dovessi scegliere una ghost track adatta al film quale sarebbe?”. Divertitevi a trovarla.
Potreste barare andando a consultare online la scheda ufficiale del film, sarebbe molto facile essendo a portata di click, oppure potreste guardarlo  se ancora non è nella vostra videoteca.
La commedia del 2005 è del regista Jim Jarmusch, interpretata da un grandioso Bill Murray. Un indizio: nella eclettica colonna sonora troviamo l’Ethio jazz di Mulatu Astatke,il soul di Marvin Gaye, reggae, stoner rock, musica classica e pop.
Se vi può interessare fanno parte del cast anche Sharon Stone, Jessica Lange, Chloe Sevigny e Tilda Swinton tra le altre attrici non protagoniste.
Con la speranza che qualche indizio vi induca ad essere curiosi, e che il freddo invernale vi spinga a rimanere a casa con la voglia di vedere un bel film, vi servo questo antipasto musicale. Non dimenticate di trovare l’intruso.
DICEMBRE 2016 – pt.1
Dengue FeverEthanopium da Dengue fever (2003)
The GreenhornesThere Is An End da Dual mono (2002)
The TennorsRide Your Donkey (1968)
ZombiesTime Of The Season da Odessey and Oracle (1968)
Marvin GayeI Want You (1976)
Ecco i cinque brani della seconda parte di dicembre.
DICEMBRE 2016 – pt.2
1  Howling (RY X+ Frank Wiedemann)Short Line da Sacred Ground (2015)
 Voce androgina con chitarra. Ry Cuming è un cantautore australiano e sta percorrendo la strada già battuta da altri moderni soul men dell’elettronica come Bon Iver e Chet Faker. Con la differenza sostanziale di aver debuttato con un album che lo avrebbe relegato al pop romantico commerciale e nemmeno di qualità. Poi l’illuminazione. Un progetto come The Acid e uno come Howling con il musicista techno Wiedemann per arrivare nel 2016 a pubblicare Dawn con il nome RY X in un’ascesa verso il minimalismo compositivo volto a creare basi con massicce dosi di elettronica dal  sound pieno ma mai complesso e pesante per far galleggiare una voce delicata e calma accompagnatrice nella malinconia. Sempre in compagnia della sua chitarra.
2. Douglas DareNew York da Aforger (2016)
Cori, orchestrazione drammatica con una giusta densità di suoni e pause per un tempo lungo abbastanza da farti entrare nell’emotività dettata dal brano ma in modo poco accomodante. C’è tensione in New York, nuovo singolo del secondo album del pianista e cantante inglese, diversamente dall’atmosfera sempre introspettiva ma rilassata di NIle del suo primo album. Una riconferma per la discografia mondiale e un’ottima scoperta per chi lo ha appena conosciuto.
3. BonoboKerala da Migration (2016)
Inserire questo tra i brani della playlist è un ottimo pretesto per informare chi ancora non lo sapesse dell’uscita del nuovo album del producer britannico. Le collaborazioni con Rhye e Nick Murphy (Chet Faker) sono un ulteriore incentivo. Questo di Kerala è uno dei casi in cui il videoclip assume una grande importanza.  È disturbante e coerente con le turbe della protagonista. Vedere per credere.
4. Active ChildHanging On da You Are All I See (2011)
Uno dei falsetti meglio utilizzati che conosca e poi abbinato all’arpa e alla musica elettronica e con un appeal spirituale e ancora attuale nonostante la data di pubblicazione dell’album. C’è da aggiungere che gli Active Child con la loro musica glaciale, celestiale e contemporaneamente cupa hanno aperto i concerti di James Blake e M83 e Ellie Goulding ha scelto di fare una sua cover di questo brano. Altro piccolo particolare che può farvi innamorare: al minuto 4:54 la voce sembra come un sasso lanciato per gioco che sfiora l’acqua prima di scomparirci dentro. Immagine forse suggerita dall’ambientazione del video.
5. David Bowie & Massive Attack – Nature Boy ( Soundtrack “Moulin Rouge!” film,2001)
Questa è una playlist fondamentalmente soul su impronta elettronica. Ecco perché ho scelto questa versione techno creata dall’accoppiata fantascientifica Bowie e M.A. per la colonna sonora del film-musical “Moulin Rouge!” con Nicole Kidman e Ewan McGregor. È stato difficile scegliere tra le tante cover realizzate da altrettanto grandi artisti dal 1947, anno in cui la canzone è stata scritta, ad oggi. Tanto difficile da aver pensato di dedicarci un’intera playlist di boomerang senza dover scartare la versione originale di Nat king Cole, quella di Miles Davis e Charles Mingus, di Ella Fitzgerald o di Kurt Elling. È un brano caro agli immortali della musica, dunque è un brano immortale.

 

Ti piace questo Articolo? Condividilo!

This function has been disabled for DOYOULIKE.ORG .