DOYOULIKE.ORG

DISCOVERING – KEEP TALKING il primo format web sulla musica classica, jazz e contemporanea

25 Settembre 2020 BLOG

a cura di Giorgia Groccia

A partire dal 30 settembre andrà in onda sul canale YouTube di Promu – All For Music Keep Talking, che gli ideatori definiscono come “il primo programma in Italia che si pone come obiettivo quello di raccontare in maniera approfondita, ma allo stesso tempo non settoriale, la musica classica, jazz e contemporanea sul web, terreno perlopiù inesplorato da questi generi”.

La prima stagione di Keep Talking conterrà 5 puntate, nelle quali gli ospiti verranno invitati a fare un concerto di circa 20 minuti, introdotto da un talk nel quale affronteranno diverse tematiche relative alla scena e al mercato musicale di riferimento, ai mezzi di comunicazione e distribuzione della musica e al rapporto tra artista e pubblico.

– Raccontateci come nasce Keep Talking.

Qualche mese fa stavamo lavorando sulla promozione di un disco. Confrontandoci con l’artista interessato, ci siamo resi conto che avremmo dovuto “scontrarci” con i soliti siti, i soliti magazine, le solite recensioni…abbiamo realizzato che fosse necessaria per il mondo della musica classica, jazz e contemporanea una nuova piattaforma di comunicazione, dove diffondere i progetti artistici in una maniera più “fresca”, fuori dagli schemi che questi generi impongono e quindi accessibile a tutti. Ci siamo detti: “non c’è? Proviamo a farla noi!”. Ed eccoci qui.

– Come si svolgeranno le prime 5 puntate in programma?

Ogni puntata sarà composta da una performance live e da un talk introduttivo. Per la performance live abbiamo studiato una tecnica di registrazione che darà al pubblico a casa un’esperienza di ascolto “totale”, in quanto siamo andati a risaltare la spazializzazione, la dinamica e il “colore” del sound di ogni gruppo musicale, tentando di avvicinarci il più possibile all’esperienza del concerto dal vivo. Il talk sarà una chiacchierata molto informale su diversi temi inerenti al mercato e alla scena musicale di riferimento.“Come vivete la musica live di questo periodo? La situazione attuale ha accentuato il desiderio di ideare un format simile?

– Come vivete la musica live di questo periodo? La situazione attuale ha accentuato il desiderio di ideare un format simile?

Per fortuna le piccole e medie produzioni sono ripartite e anche noi da questa estate abbiamo ripreso con concerti e festival. Rattrista vedere la gente che non si può abbracciare sotto il palco e che deve stare più attenta alle distanze che allo spettacolo, ma non possiamo farci nulla. Se uno non lo vive come ostacolo, bensì come una sfida, questa cosà può stimolare a farsi venire in mente delle idee per rendere lo show più coinvolgente e interessante. Format web come il nostro in questo periodo possono funzionare, ma nulla può sostituire l’evento da vivo, o meglio, è quello che ci auguriamo sennò finiremo tutti nell’incubo del “black mirror”.Come avete gestito le riprese?

– Come avete gestito le riprese?

E’ stato un lavoro molto faticoso, perché chiaramente tutto autoprodotto, ma allo stesso tempo molto divertente! Quello di cui siamo più contenti è il clima che si è creato tra artisti e tecnici durante la realizzazione del progetto. Abbiamo girato nel quasi immediato post Covid e tutti avevano una gran voglia di fare. Ognuno ha dato il suo contributo creativo per tirare fuori un prodotto professionale e accattivante. Speriamo di esserci riusciti!“Progetti futuri?

– Progetti futuri?

“I progetti che abbiamo in cantiere sono tanti, sia dal punto di vista discografico che di organizzazione di eventi…ma preferiamo non svelare nulla. Non per tirarcela, ma per scaramanzia! Visti i tempi che corrono, non è più facile fare previsioni. Però vi invitiamo a seguire le nostre pagine per rimanere aggiornati.

Ti piace questo Articolo? Condividilo!

Comments are closed.

This function has been disabled for DOYOULIKE.ORG .